Specifiche funzionali, azioni normative e governance

Per la realizzazione della proposta dmin.it

 

1  Introduzione

Questo documento deve diventare la descrizione operativa delle azioni da intraprendere per realizzare

2  DRM interoperabile

2.1  Obiettivi ed ambito

dmin.it propone che esista un sistema DRM interoperabile (iDRM) con le seguenti caratteristiche

  1. specificato compiutamente
    1. in modo testuale
    2. in Open Source Software
    3. con procedure di testing conformitÓ
  2. capace di supportare i pi¨ diversi modelli di business
    1. anche iDRM senza protezione, ma con solo management
  3. adottato a livello nazionale dall'autoritÓ pubblica
  4. realizzabile da chiunque
  5. con possibilitÓ da parte di chiunque di
    1. ottenere certificazione di apparati e servizi
    2. offrire apparati e servizi certificati a terze pati

Domande

  1. la specifica DRM dipende dal mezzo di delivery (ADSL, DTT ecc.)?
  2. quali sono i rapporti con i sistemi giÓ dispiegati a livello nazionale (DTT)?
  3. ...

2.2  Specifiche funzionali

La specifica iDRM permette molteplici realizzazioni per ambiti diversi che conservino l'interoperabilitÓ. Non Ŕ quindi la specifica di una soluzione DRM per uno specifico problema. Pertanto la specifica iDRM deve definire

  1. Le tecnologie
  2. Le componenti base del sistema
  3. Le interfacce tra le componenti del sistema
  4. Come le tecnologie debbano essere integrate per soddisfare specifici modelli di business

2.3  Azioni normative

dmin.it propone che l'obbligo dell'uso, eventualmente aggiuntivo, dell'iDRM si applichi a contenuti di cui un operatore abbia diritti di esclusiva, senza che l'operatore abbia l'obbligo di replicare il modello di business usato per un'eventuale tecnologia DRM proprietaria ma con il vincolo che l'offerta con iDRM non sia discriminatoria nei confronti dell'offerta con tecnologia DRM proprietaria. Le seguenti azioni normative sono quindi richieste

  1. Normare l'obbligo di ditribuzione iDRM
    1. A quali media (audio, video, testo, giochi?) si applica?
    2. Per quali sistemi di delivery si applica?
    3. Che cosa sono esattamente i diritti in esclusiva?
  2. Che cos'Ŕ un'offerta non discriminatoria?
  3. Definire le azioni di regolamentazione

2.4  Processo di scelta della tecnologia

iDRM richiede specifiche scelte tecnologiche. Trattandosi di tecnologie che saranno alla fine recepite in processi normativi nazionali Ŕ essenziale che il processo di scelta sia assolutamente aperto e "fair" per tutti i partecipanti e che il risultato sia utile. Questi sono alcuni parametri da considerare

  1. Sviluppare una descrizione precisa delle tecnologie che si vogliono considerare per iDRM
  2. Emettere un bando in cui si richieda a chiunque disponga di tecnologie ritenute utili di proporle
  3. Scegliere le tecnologie/soluzioni tenendo conto di
    1. Livello di completezza
    2. Livello di apertura
    3. Realizzazione open source
    4. Natura delle tecnologie: standard o proprietarie
    5. Situazione brevettuale
    6. Condizioni di licensing delle tecnologie/soluzioni
    7. Livello di assistenza
    8.  

2.5  Governance

Il sistema iDRM richiede che sia definita una governance. Occorre quindi specificarne

  1. I principi
  2. L'ambito
  3. Le regole
  4. I partecipanti
  5. L'operativitÓ
  6. I rapporti con l'autoritÓ di regolamentazione

3  Accesso interoperabile alla rete a larga banda

3.1  Obiettivi ed ambito

dmin.it propone che un qualsisi utente della rete (fornitore, intermediario, utente finale) possa richiedere a ed ottenere da un operatore di rete a larga banda bidirezionale un accesso internet unbundled con le caratteristiche tecniche dell'offerta nativa (bundled o unbundled) dell'operatore.

3.2  Specifiche funzionali

Accesso d'utente: TBD

Interfacce e protocolli tra operatori: TBD

3.3  Azioni normative

  1. Che cos'Ŕ un'offerta non discriminatoria?
  2. Definire gli obblighi di peering
  3. Definire le azioni di regolamentazione

3.4  Processo di scelta della tecnologia

  1. Sviluppare una descrizione precisa delle tecnologie che si vogliono considerare per l'accesso aperto
  2. Emettere un bando in cui si richieda a chiunque disponga di tecnologie ritenute utili di proporle
  3. Scegliere le tecnologie/soluzioni tenendo conto di
    1. Livello di completezza
    2. Livello di apertura
    3. Realizzazione open source
    4. Natura delle tecnologie: standard o proprietarie
    5. Situazione brevettuale
    6. Condizioni di licensing delle tecnologie/soluzioni
    7. Livello di assistenza
    8.  

3.5  Governance

Il sistema di accesso aperto richiede che sia definita una governance. Occorre quindi specificarne

  1. I principi
  2. L'ambito
  3. Le regole
  4. I partecipanti
  5. L'operativitÓ
  6. I rapporti con l'autoritÓ di regolamentazione

4  Sistemi di pagamento flessibili ed interoperabili

4.1  Obiettivi ed ambito

dmin.it propone che:

  1. "Chiunque" pu˛ offrire servizi di “account” non direttamente monetari (punti, credits) per transazioni collegate all’uso di digital media
  2. Le transazioni sono effettuate tra “account”
  3. Un “account” si appoggia su uno strumento di pagamento ad incasso garantito, ad esempio: Conto corrente, Carta di credito, Carta prepagata Domiciliazione bancaria, Borsellino elettronico
  4. I servizi di “account” sono interoperabili con i servizi offerti da altri operatori
  5. La sincronizzazione di un “account” con il suo circuito di appoggio non Ŕ effettuata ad ogni transazione ma su base periodica oppure a richiesta

4.2  Specifiche funzionali

Occorre definire uno schema di riferimento, ad esempio

definire le interfacce ed i protocolli

4.3  Azioni normative

  1. Definire "chiunque"
  2. Definire le regole di tassazione
  3. Definire le azioni di regolamentazione
  4. ...

4.4  Processo di scelta della tecnologia

  1. Sviluppare una descrizione precisa delle tecnologie che si vogliono considerare per i sistemi di pagamento
  2. Emettere un bando in cui si richieda a chiunque disponga di tecnologie ritenute utili di proporle
  3. Scegliere le tecnologie/soluzioni tenendo conto di
    1. Livello di completezza
    2. Livello di apertura
    3. Realizzazione open source
    4. Natura delle tecnologie: standard o proprietarie
    5. Situazione brevettuale
    6. Condizioni di licensing delle tecnologie/soluzioni
    7. Livello di assistenza
    8.  

4.5  Governance

Il sistema di pagamento richiede che sia definita una governance. Occorre quindi specificarne

  1. I principi
  2. L'ambito
  3. Le regole
  4. I partecipanti
  5. L'operativitÓ
  6. I rapporti con l'autoritÓ di regolamentazione

5  Piano realizzativo

5.1  Interventi normativi

Tabella riassuntiva di tutti gli interventi normativi richiesti

5.2  Tempi

GANTT per la realizzazione della fase II

5.3  Costi

Tabella riassuntiva dei costi per la realizzazione della fase II

A. Appendice: Casi d'uso

In questa parte del documento si intende fornire una descrizione dettagliata di alcuni casi significativi di utilizzo della proposta dmin.it

a. DTT

Si vuole studiare in tutte le sue componenti il caso giÓ considerato nel capitolo 4 della proposta di 2006/09/25

b. Satellite

Si vuole studiare in tutte le sue componenti il caso giÓ considerato nel capitolo 4 della proposta di 2006/09/25

c. IPTV

Si vuole studiare in tutte le sue componenti il caso giÓ considerato nel capitolo 4 della proposta di 2006/09/25

d. WebTV

Si vuole studiare in tutte le sue componenti il caso giÓ considerato nel capitolo 4 della proposta di 2006/09/25